095 315358
copertina festa mamma2

“Un diamante è per sempre” è una delle frasi più conosciute riguardo a queste meravigliose e resistenti pietre. Eppure, per quanto in natura siano uno dei materiali più robusti in assoluto, anche i diamanti risentono dell’usura e del tempo. Questo vuol dire che se tenuti in maniera trascurata, potrebbero perdere parte del loro fascino e della loro bellezza: un vero peccato. Molte di queste gemme poi vengono incastonate in gioielli che sono vere prodezze dell’oreficeria e per di più spesso legati a un momenti simbolici per noi, quindi di grande importanza emotiva. E’ quindi fondamentale sapere come pulire i diamanti e restituirgli il loro splendore, che può perdersi nel tempo.

Prima di procedere, una piccola premessa sui diamanti: questa meraviglia della natura è un minerale formato da carbonio, così come la grafite; solo che si differenzia da quest’ultima sia per l’aspetto che per le caratteristiche fisiche.

Infatti il diamante è trasparente, durissimo, raro. La grafite è scura, tenera, abbastanza diffusa.

Quello che li ha resi così differenti sta proprio nel sito che li ha formati, i diamanti sono nati a grandi profondità all’interno della terra. Hanno impiegato molto, moltissimo tempo per formarsi. In questo modo gli atomi di carbonio si sono “collocati” ai vertici di ideali figure geometriche, cubi soprattutto, ed è questa geometria che crea i giochi di luce che conosciamo.

diamanti come pulirli

Se vuoi approfondire il discorso e scoprire come sono classificati (il loro colore, il peso, la purezza) ti rimandiamo a quest’articolo. Troverai spiegati i loro parametri anche su quanto dettato dal Gemological Institute of America (GIA).

Come mantenere i diamanti

Nonostante tutti noi pensiamo subito a complicati processi chimici e alchemici, in realtà pulire i diamanti è un procedimento che, se svolto accuratamente, può essere semplice – almeno quanto pulire l’argenteria.

E’ però importantissimo averne cura, perché con l’usura i diamanti bianchi tendono a opacizzarsi, perdendo nel tempo il loro originario splendore. Questo accade perché, a causa di diversi motivi: contatto con polvere, creme da corpo, olio, saponi e anche la semplice sudorazione. Le stratificazioni che si accumulano opacizzano la pietra.

Il primo consiglio è quindi quello di scegliere quando indossare i vostri diamanti: sebbene la vocina nella testa vi suggerisca d’indossare sempre le vostre gemme più preziose, non è detto che sia una buona idea. Soprattutto se state usando prodotti cosmetici o durante le faccende domestiche se usate prodotti chimici.  Il contatto con detersivi, sudore, detergenti per il corpo, cosmetici e la naturale acidità della pelle rischiano di rovinare non solo la parte in metallo dei vostri gioielli, ma anche le pietre preziose. Attenzione quindi anche all’attività fisica.

Come pulire i diamanti

Il primo dei metodi che vi consigliamo è molto semplice e può essere adatto sia a macchie più lievi sia per una “manutenzione ordinaria”. Basterà riempire una tazza con acqua gasata a temperatura ambiente e aggiungervi qualche goccia di detergente, poi mescolate fino a ottenere una soluzione uniforme. Attenzione però alla tipologia di detergente: non usatene uno troppo aggressivo e mai con candeggina! A quel punto, lasciate immersi i gioielli per circa 20 minuti e poi adoperate uno spazzolino da denti per rimuovere ogni ulteriore possibile residuo. Infine, rimmergete i gioielli nella soluzione e risciacquate con acqua tiepida.

come pulire un diamante

E’ possibile anche usare lo stesso metodo, in particolare la spazzolatura finale, ma introducendo un ulteriore elemento che aiuterà a combattere lo sporco più aggressivo. Usiamo sempre acqua, stavolta non gasata, ma portiamola prima a ebollizione: una volta che l’acqua sta bollendo, chiudiamo il fuoco e immergiamo il diamante. Lasciatelo pure immerso per circa 30 minuti e una volta estratto, pulitelo con uno spazzolino. A quel punto, sciacquate sotto l’acqua del rubinetto e utilizzate un panno morbido (pulito e che non lasci pelucchi) per asciugare e lucidare i diamanti.

Attenzione però: queste procedure vanno adoperate solo con i diamanti. Se è vero che l’acqua calda non creerà problemi nè all’oro nè ai diamanti, non è possibile assicurare lo stesso con altre pietre e leghe metalliche. Inoltre, bisognerà prestare la giusta cura per evitare di rigare l’oro durante il passaggio dello spazzolino.

Un diamante è per sempre?

Speriamo che questi piccoli suggerimenti possano esservi d’aiuto! In ogni caso, considerate sempre che un diamante è per sempre a patto che voi sappiate mantenerlo. Quindi, se siete davanti a una macchia troppo ostinata oppure è da molto tempo che non fate pulizia, considerate di rivolgervi a un professionista. Per quanto resistenti, i diamanti presentano naturali imperfezioni che sono caratterizzanti del loro valore – un po’ come le perle. Se siete troppo aggressivi nella pulizia rischiate di rovinarli! Per questo vi abbiamo consigliato solo metodi “non troppo estremi”. Per il resto, il nostro consiglio è quello di rivolgersi a un professionista qualificato.

Articoli consigliati