095 315358
copertina festa mamma2

Il nostro viaggio tra le pietre preziose continua, stavolta la gemma scelta è il rubino, una pietra bellissima, dal fiammante e tipico colore rosso, una pietra rara e molto preziosa tanto che viene scelta ed acquistata da chi desidera investire in gioielleria il proprio denaro. Il rubino dal punto di vista chimico è un Corindone, un ossido di alluminio dalla forma cristallina che, per la presenza di cromo, assume il tipico colore rosso sgargiante. Dopo il diamante, il rubino è la pietra più dura di tutte le altre ed è  tra le più preziose.

gioiello rubino e diamanti

Nonostante sia una pietra conosciuta sin dall’antichità è stata spesso confusa con altre che hanno un colore simile ma di valore inferiore. Così, alcune gemme incastonate in gioielli pregiati e famosi, che per lunghi secoli sono stati considerati cristalli di rubino, negli ultimi anni, con le nuove tecnologie, sono stati declassati a minerali meno preziosi e rari quali i granati e gli spinelli. Inoltre nel 1950 e forse già dall’ottocento, sono stai realizzati dei rubini sintetici, per cui è veramente difficile conoscere, per i nonesperti, un rubino vero e di valore da quello falso.

Miti e leggende

Anticamente, in India, la leggenda racconta che il dio Sole rubò il sangue di un demone di nome Bala i cui poteri erano smisuratie fuggì volando per il cielo. Vagava nell’azzurro felice ma il re dell’isola dello Sri Lanka, Ravana, roso dall’invidia cercò di fermarlo.

Il dio Sole, per lo spavento, lasciò cadere il sangue di Bala che precipitò in una distesa d’acqua, in quel momento la riva si riempì di rubini luminosi e splendenti come il sole. Nasceva così questa pietra tanto ricercata.

Gli antichi greci e romani credevano che queste gemme, se sottoposte ad alte temperature, diventassero splendenti e potenti come il sole ed attribuivano a queste proprietà magiche e misteriose.

Un’altra leggenda riguarda Sigfrido, l’eroe della mitologia germanica che sconfisse i Nibelunghi con una spada di nome Burgundi che aveva l’impugnatura tempestata di rubini.

Rubino curiosità

Il rubino è la pietra di nascita del mese di luglio e da sempre simboleggia la passione, l’amore e il romanticismo proprio per il suo colore rosso.

In Birmania questa pietra viene incastonata in talismani che dovrebbero proteggere dalle malattie e dalle disgrazie in genere.

Sempre per il suo colore acceso al rubino si dà il potere di portare la felicità, la gioia, il coraggio, si dà il potere di accrescere la forza vitale e l’energia.

Addirittura si consiglia di non indossarlo in caso di febbre perché si pensa che porti calore all’organismo.

Caratteristiche del rubino

rubino gemma

Il rubino è una delle pietre preziose più costose. Soprattutto se il suo colore è di un rosso intenso e puro e per questo spesso il suo prezzo supera quello del brillante.

E’ una gemma dicroica, vuol dire che può avere solo due colori: rosso porpora e rosso arancio. In ogni caso, anche il rubino più puro ha sempre piccole variazioni di colore. Se possiede il rosso puro per l’80% sarà classificato con la sigla AAA. La restante parte della pietra, quella che possiede le inclusioni, avrà piccole quantità di colore arancio, rosa e viola.

A volte i rubini presentano piccole inclusioni chiamate “seta” che hanno la capacità di diffondere in modo  più morbido la luce aumentandone la bellezza e il valore.

Oggi è molto difficile reperire un rubino senza inclusioni visibili ecco perché, rubini puri e di grossi carati hanno un prezzo inestimabile.

Varietà dei rubini

Tra il rubini più preziosi ricordiamoil Tanzania,  classificato AAA, una pietra rara e molto pura, tanto ricercata e stimata. Di essa si trovano esemplari di piccola caratura.

Pregiati e molto ricercati sono anche quelli che provengono dalla Birmania.

Una varietà più economica è il rubino del Madagascar che presenta delicate inclusioni “seta” che ne esaltano la bellezza. Anche i rubini possono avere l’effetto stella (asterismo) o l’effetto occhio di gatto (gatteggiamento). In questo caso la pietra si taglia in cabochon (forma convessa e non sfaccettata) che esalta queste caratteristiche.

Rubino: origine

rubino gioiello

Le miniere più antiche si trovano nello Sri Lanka e in Birmania ma oggi altre nazioni posseggono basi estrattive. Si tratta dell’Afghanistan, della Cambogia, della Cina, India, Kenya, Madagascar, Mozambico, Pakistan, Sri Lanka, Tanzania, Thailandia e Vietnam.

In conclusione l’acquisto di un rubino è sempre molto vantaggioso, portarlo conferisce carattere e personalità e rappresenta un ottimo investimento perché non subisce svalutazioni.

Attenzione però ai falsi e alle pietre meno pregiate, come al solito affidiamoci al nostro gioielliere di fiducia soprattutto quando si affronta una spesa importante. Quando desideriamo regalare un oggetto che dimostri il nostro amore e non importa se questo è il nostro compagno, figlio, nipote. Un gioiello è per tutti e per sempre.

Articoli consigliati