095 315358
copertina festa mamma2

Ormai manca poco per la festa di S. Valentino, negli articoli precedenti abbiamo parlato di svariati tipi di gioielli che rappresentano possibili regali, tanti e tali da soddisfare molteplici esigenze. Ma se vogliamo regalare un oggetto prezioso, di quelli che acquistano molto valore con in trascorrere del tempo, di quelli unici che lasciano a bocca aperta, di quelli che non passano inosservati, non possiamo fare a meno di parlare di una pietra tra più preziose, una pietra che ritroviamo nei gioielli resi famosi dalla storia: lo smeraldo.

Smeraldo: una pietra dal valore unico

Insieme al rubino, allo zaffiro e al diamante lo smeraldo si pone tra le pietre più ricercate del mercato per la rarità e l’incanto del suo colore, del suo  unico e inimitabile verde, infatti il suo stesso nome deriva dal greco “smaragdos” che significa appunto “ pietra verde”.

I reperti archeologici testimoniano come si conoscesse già lo smeraldo ornamento 4000 anni fa ma da sempre, nei secoli, questa gemma è stata incastonata negli oggetti più preziosi. Corone, mitrie, collier, sfoggiano, dalle vetrine dei musei, incantevoli smeraldi che abbagliano i visitatori.

Smeraldo, composizione

Lo smeraldo appartiene alla famiglia del berillio, un elemento che in natura si presenta sotto diversi aspetti soprattutto per quanto riguarda il colore, la varietà più rara e dunque più preziosa è quella caratterizzata da inclusioni di cromo che gli conferiscono il colore tipico verde-smeraldo.

Questo colore verde può variare sfumando da tonalità più chiare a quelle più scure in base alla quantità di cromo ma se le inclusioni sono solo di vanadio, la pietra non è un vero smeraldo ma soltanto un “berillio verde” e, naturalmente il suo valore non è  assolutamente comparabile con quello dello smeraldo.

Cosa bisogna sapere quando si acquista uno smeraldo

Smeraldo gioiello anello

Naturalmente, come sempre in questi casi, occorre farsi consigliare dal gioielliere di fiducia ma, al momento dell’acquisto è bene conoscere, in linea generale, quello che conferisce a questa pietra una qualità media, buona oppure ottima.

1-L’ORIGINE è un requisito importante per determinare il valore di questa pietra preziosa. Gli smeraldi più di valore vengono dalla Colombia ma ottimi sono anche quelli che estratti in Brasile e nello Zambia.

Gli smeraldi brasiliani sfoggiano un colore verde brillante, con tocchi che virano spesso verso il giallo e sono molto trasparenti in quantopresentano poche inclusioni. Alcune rarità mostrano il gatteggiamento, un effetto ottico che si rileva quando una pietra preziosa emana riflessi interni.

 Invece, gli smeraldi che arrivano dalla Colombia e dallo Zambia sono molto più ricche di inclusioni e per questo possiedono un colore più deciso.

Anche il Sudafrica estrae smeraldi che prendono il nome di Transvaal ma la loro qualità non è il massimo.

Invece lo Zimbabwe presenta gemme piccole ma ottime come qualità.

Le imperfezioni

Alcuni smeraldi possiedono delle imperfezioni spesso dovuti ad inclusioni naturali, in questo caso dobbiamo accettare la gemma così com’è, la sua peculiarità infatti la rende ancora più preziosa perché unica.

Se si cerca di eliminare le inclusioni con olii o prodotti simili si rovina la pietra senza ottenere il risultato sperato se non quello di opacizzare la superficie.

Dobbiamo osservare uno smeraldo sia alla luce naturale che a quella artificiale. La prima mette in risalto il colore e la trasparenza, la seconda le imperfezioni.

IL TAGLIO

Come tutte le pietre preziose lo smeraldo necessita di un taglio apposito che ne possa esaltare la luce, il colore e la limpidezza, tagliarlo però non è facileperché la sua durezza si oppone alla lavorazione ed inoltre le inclusioni spesso provocano delle sfaldature.

Il taglio perfetto è quello rettangolare detto “step-cut” o taglio smeraldo che permette alla gemma di splendere in tutta la sua luce, se invece il taglio non è corretto la superficie della pietra preziosa appare opaca e il colore spento.

La grandezza

Smeraldo gioiello

In genere la grandezza degli smeraldi raggiungei cinque carati, con queste dimensioni si creano le gemme isolate o centrali. Dunque pendenti, solitari o “centri” di altre composizioni, gemme in ogni caso molto rare e preziose.

Le pietre di smeraldo più piccole, da 0,2- 0,5 carati, invece, vengono usate come “contorno” di altre più grandi oppure incastonate insieme per creare gioielli unici e bellissimi.

IL COLORE

Il colore dello smeraldo è chiaramente il verde. Le sfumature e le tonalità possono essere infinite e sono dovute ad inclusioni di ferro, vanadio e cromo e anche alla sua provenienza.

Generalmente gli smeraldi dai colori più decisi sono i più valutati, i più ricercati. Uno in particolare detto “smeraldo Muzo” è quello che ha il maggior valore di mercato.

In conclusione le dimensioni non sono l’unico metro per valutare uno smeraldo ma occorre tener conto di tutti i fattori di cui abbiamo parlato.

Smeraldo anello

Queste informazioni possono esserci d’aiuto al momento dell’acquisto ma non ci renderanno certo degli esperti. Bisogna quindi affidarci al nostro gioielliere di fiducia soprattutto quando si affronta una spesa importante, quando, un gioiello diventa la testimonianza del nostro amore. Un valore che il tempo non potrà scalfire come il sentimento che proviamo verso la persona amata.

Se ti piacciono i gioielli, puoi leggere la nostra guida ai diamanti!

Articoli consigliati